14.09.15

CALDAIE A CONDENSAZIONE

Come funziona una caldaia a condensazione? Perchè e come scegliere una caldaia a condensazione? Cosa cambia rispetto ad una caldaia normale? Si risparmia con una caldaia a condensazione?
Informazioni utili sul funzionamento delle caldaie a condensazione! Le caldaie a condensazione nascono per modulare il basso contenuto d’acqua dello scambiatore in modo che questo possa reagire prontamente alle variazioni climatiche ed evitare così la formazione della condensa contenuta nei fumi a causa del loro progressivo raffreddamento lungo i condotti di evacuazione.

circuito-caldaia-condensazione-600x406

Funzionamento della caldaia a condensazione
Importante è capire il punto di rugiada, la temperatura alla quale, a pressione costante, l’aria o più precisamente, la miscela aria-vapore diventa satura di vapore acqueo.

Questo non è fisso ma varia a seconda di determinati fattori quali: il tipo di combustibile, la percentuale di anidride carbonica contenuta nei fumi e la quantità di aria immessa nel bruciatore (più aria si immette, più la percentuale di anidride carbonica diminuisce e con essa, si abbassa anche il punto di rugiada).

Per cui si può ben capire quanto sia difficile quantificare a quale temperatura avviene la rugiada in un determinato impianto.

Sommariamente possiamo dire che il punto di rugiada si aggira intorno ai 50-55°quindi, affinché la caldaia a condensazione faccia il suo dovere (e sia efficace), è necessario che la temperatura di ritorno sia al di sotto del punto di rugiada.

Leggi l’articolo http://www.desainer.it/tecnologia-design/caldaia-a-condensazione.php